• img-book

    Antonio Vitale

ISBN: 978-88-909407-4-3
Categoria:

Ricordo chi ero

di Antonio Vitale Nelle liriche di "Ricordo chi ero" Antonio Vitale si racconta, fra onirismo e realtà. Mette a nudo sé stesso con garbo e delicatezza, raccontandoci la sua esperienza d’amore, d’amicizia, d’emigrante. Fitto, come i rami e le foglie del suo “Amico albero” è il legame con la sua terra, con le sue origini lucane. Questo legame si esprime attraverso versi che non indulgono allo stile puramente poetico e si affacciano spesso al prosaico. Il lettore troverà “qualcosa di suo” scorrendo le parole, i versi, le pagine, di questa raccolta che riesce a trasmettere emozioni che son di tutti.

10.00

Quantity:
Incontra l'autore
avatar-author
Antonio Vitale nasce a Spinoso, un piccolo paese in provincia di Potenza, l’1 ottobre 1960. Dopo aver frequentato le scuole dell’obbligo al paese natio, si diploma all’IPSIA di Moliterno nel 1981 e l’anno dopo, a causa della disoccupazione che attanagliava il Sud, aggravata anche dal terremoto che nell’80 scosse molte zone del meridione, si trasferisce a Monza dove vive e lavora. L’amore per tutto ciò che lo circonda e per ciò che ha lasciato, lo portano istintivamente a scrivere pensieri ed esprimere sensazioni che lo riportano vicino alla sua gente, alle persone che ama e alla sua terra: la Lucania. Nel 2010 e nel 2012 partecipa al Concorso Letterario Internazionale “La Pulce Letteraria”, di Villa d’Agri, dove riceve segnalazioni dalla giuria per le sue liriche. Nel 2012 e nel 2013 partecipa al Concorso Letterario Internazionale di Poesia “Città di Monza”, dove i suoi componimenti, vengono inseriti nelle antologie delle migliori liriche. Nel 2013 partecipa con due componimenti alla I° Rassegna Letteraria Nazionale di Poesia intitolata al “C.le Magg. Alessandro Caroppo”, organizzato dall’Associazione Nazionale Sottoufficiali d’Italia di San Pietro Vernotico (BR), aggiudicandosi una Pergamena per le sue Liriche.
Libri diAntonio Vitale
Aggiungi al carrello
Su Questo Libro
Riassunto

Nelle liriche di “Ricordo chi ero” Antonio Vitale si racconta, fra onirismo e realtà. Mette a nudo sé stesso con garbo e delicatezza, raccontandoci la sua esperienza d’amore, d’amicizia, d’emigrante. Fitto, come i rami e le foglie del suo “Amico albero” è il legame con la sua terra, con le sue origini lucane. Questo legame si esprime attraverso versi che non indulgono allo stile puramente poetico e si affacciano spesso al prosaico. Il lettore troverà “qualcosa di suo” scorrendo le parole, i versi, le pagine, di questa raccolta che riesce a trasmettere emozioni che son di tutti.

“Ricordo chi ero”

Non ci sono ancora recensioni