• img-book

    Giuseppe Maria Lotano

ISBN: 978-88-909407-2-9
Categoria:

Tratturi

di Giuseppe Maria Lotano È una formula quanto meno originale, quella scelta da Giuseppe Maria: versetti alternati a poche righe di riferimento, posti in coppie tematiche, il tutto in rigoroso ordine alfabetico. Da “Alcuna” a “Vuoto” va in scena un alfabeto di saggezza, una lezione di vita. “Tratturi” è innanzitutto questo: una lezione di vita. ...piccoli tesori, sepolti dietro versetti rapidi, che si accendono come lampi, apparentemente ermetici, comunque lapidari. Quanto alla prosa che accompagna i versi, anche essa risente di apparente ermeticità. Frasi che procedono a scatti, pensieri che si accavallano nel giro di poche righe. Per un lettore distratto, tutto questo può coincidere con un enigma, e in parte lo è. ------------------------------------- Caro lettore, quanti percorsi e intuizioni per scoprire e raccontare l’essenza della vita umana, ma nessuno esaustivo. Ritengo per ulteriore contributo proporre l’insegnamento offerto dal naturale teatro di armonia e dinamica del rapporto esistente tra quanto contiene la terra e quanto da essa appare. Un risultato di meraviglia unico, abitualmente osservato quasi fosse un insieme scontato e spontaneo. Ma lo spuntare di un filo d’erba, di un fiore, sintetizza e fonde in modo indistinto e reciproco equilibri di scambi del dare e dell’avere tra entità diverse. Evidenzia una soprannaturale legge relazionale tra più fonti per un progetto universale di rispetto e conservazione del creato. Ed è tanto significato di risultato che si debbono formare le nostre azioni per conferire corpo ed anima al quotidiano. Strada maestra la totale intesa tra pensiero ed azione a tutela del patrimonio umano e naturale, incontestabile misura della nobiltà di intenti e di vita di ognuno. Ecco perché muovere tra battiti del tempo lungo tratturi fino a sentirsi fili d’erba e fiori, sintesi e tesori esclusivi del capire per amare e servire l’uomo.

10.00

Quantity:
Incontra l'autore
avatar-author
Giuseppe Maria Lotano, nato a Castelgrande (PZ) il 19 giugno 1944. Laureato in Scienze Economico-Marittime, Napoli 1969. Borsista SVIMEZ, Roma 1969. Ufficiale di Capitaneria in Marina. Prof. Di Tecnica Bancaria all’Istituto Tecnico di Moliterno (PZ). A Roma, funzionario presso la OTE, BPC, EFIM, Ministero dei Trasporti. Presidente 109° C.lo Didattico. Incaricato di commessa in Libia ed ex Jugoslavia. Nel sociale: Ufficiale Com.rio nel Corpo Militare CRI. Capo Gruppo Donatori Sangue CRI Roma. Collaboratore realizzazione casa-famiglia per disabili a Monterosi (VT). Barelliere UNITALSI. Operatore ARVAS presso Policlinico Umberto I, Roma. Conseguito riconoscimenti in narrativa, in poesia in lingua e vernacolo. Ha pubblicato: -LUCUS poesie, Collana Albatros, CAFI Editore, Roma, 2003;-BRAHMAEA poesie, Collana Albatros CAFI Editore, Roma, 2004;-PINUS LEUCODERMIS, guardiano del tempo, Menna Editore, Avellino, 2008 aa. vv.:-Una estranea partecipazione, Fermenti Editrice, Roma, 2009;-Scritto e… Mangiato, Giulio Perrone S.r.l, Roma, 2011;-Premio Internazionale di Poesia e Narrativa, Amici Senza Confini ONLUS, Roma, 2011.
Libri diGiuseppe Maria Lotano
Aggiungi al carrello
PRÈET 2019
Aggiungi al carrello
Tratturi 2014
Su Questo Libro
Riassunto

È una formula quanto meno originale, quella scelta da Giuseppe Maria: versetti alternati a poche righe di riferimento,
posti in coppie tematiche, il tutto in rigoroso ordine alfabetico. Da “Alcuna” a “Vuoto” va in scena un alfabeto di saggezza, una lezione di vita. “Tratturi” è innanzitutto questo: una lezione di vita. …piccoli tesori, sepolti dietro versetti rapidi, che si accendono come lampi, apparentemente ermetici, comunque lapidari. Quanto alla prosa che accompagna i versi, anche
essa risente di apparente ermeticità. Frasi che procedono a scatti, pensieri che si accavallano nel giro di poche righe.
Per un lettore distratto, tutto questo può coincidere con un enigma, e in parte lo è.

————————————-
Caro lettore, quanti percorsi e intuizioni per scoprire e raccontare l’essenza della vita umana, ma nessuno esaustivo. Ritengo per ulteriore contributo proporre l’insegnamento offerto dal naturale teatro di armonia e dinamica del rapporto esistente tra quanto contiene la terra e quanto da essa appare. Un risultato di meraviglia unico, abitualmente osservato quasi fosse un insieme scontato e spontaneo. Ma lo spuntare di un filo d’erba, di un fiore, sintetizza e fonde in modo indistinto e reciproco equilibri di scambi del dare e dell’avere tra entità diverse. Evidenzia una soprannaturale legge relazionale tra più fonti per un progetto universale di rispetto e conservazione del creato. Ed è tanto significato di risultato che si debbono formare le nostre azioni per conferire corpo ed anima al quotidiano. Strada maestra la totale intesa tra pensiero ed azione a tutela del patrimonio umano e naturale, incontestabile misura della nobiltà di intenti e di vita di ognuno. Ecco perché muovere tra battiti del tempo lungo tratturi fino a sentirsi fili d’erba e fiori, sintesi e tesori esclusivi del capire per amare e servire l’uomo.

“Tratturi”

Non ci sono ancora recensioni